FAQ - Curiosità

Moltissime sono le domande periodicamente rivolte alla redazione di Diabolik. Qui diamo una risposta a quelle più frequenti.
È vero che esistono più versioni del primo episodio “Il re del Terrore”?
E’ vero. A un anno dalla sua uscita, il primo numero era esaurito e si decise di ristamparlo. Le sorelle Giussani non vollero riproporre i disegni di Zarcone, che giudicavano poco professionali, e affidarono il rifacimento al disegnatore Gino Marchesi, salvando però la copertina originale di Brenno Fiumali.
Inoltre per festeggiare il quarantennale di Diabolik, nel 2002 venne pubblicato il volume IL RE DEL TERRORE- IL REMAKE, disegnato da Giuseppe Palumbo su una sceneggiatura di Alfredo Castelli rigorosamente basata sul soggetto originale di Angela Giussani.


Quanto tempo ci vuole per realizzare un albo di Diabolik?
Per un albo della serie mensile, Diabolik Inedito, dal momento in cui viene definita l’idea/base (che deve essere trasformata da un “soggettista” in un racconto dettagliato, che viene affidato a uno “sceneggiatore”, che lo trasforma in una serie di pagine – con relativi dialoghi – e poi lo affida a un “matitista”, che realizza i disegni a matita, e successivamente a un “inchiostratore” che li ripassa a china… infine un “letterista” si occupa di scrivere i testi nei balloons) a quello in cui si va in stampa passano mediamente cinque mesi. Più lunga la gestazione degli albi della collana il Grande Diabolik, che può arrivare a un anno!


Quanto vale il numero 1 originale (del novembre 1962) di Diabolik?
È difficile rispondere a questa domanda, il valore di un albo a fumetti è determinato, oltre che dalla rarità, dalla richiesta del mercato: negli ultimi anni il suo valore è aumentato a dismisura toccando vette difficilmente raggiungibili da altri fumetti. Comunque i collezionisti sostengono che una copia ben tenuta possa valere intorno ai 7000 Euro, naturalmente se in ottime condizioni, “come nuovo”. La presenza di pieghe, strappetti, segni a penna o matita riduce sensibilmente il suo valore.