FAQ - Diabolik

Moltissime sono le domande periodicamente rivolte alla redazione di Diabolik. Qui diamo una risposta a quelle più frequenti.
Qual è la pronuncia esatta: Diàbolik, Diabòlik o Diabolìk?
La risposta corretta è la seconda.


Qual è la pronuncia esatta: Eva Kant o Kent?
Il cognome di Eva è un omaggio al filosofo tedesco, quindi la pronuncia corretta è la prima.


Perché Diabolik e Eva non hanno figli?
In realtà non possono avere nemmeno cani, gatti o canarini. La loro “professione” non si concilia certamente con l'impegno e la responsabilità di una coppia di genitori, e non tanto perché siano abilissimi ladri, ma perché i loro colpi (e le loro fughe) implicano continui e imprevedibili spostamenti. Senza contare tutti i vari rifugi che, nel corso del tempo, la polizia ha distrutto, raso al suolo o fatto saltare per aria: e all'interno ci fosse stato un pargolo (o un cane, o un gatto o un canarino) beatamente addormentato? Un’ultima considerazione: non dimentichiamo che Diabolik è stato condannato a morte (la pena di morte è stata sospesa in tutto lo Stato di Clerville, ma si è deciso di fare un’eccezione per lui), e Eva deve scontare l'ergastolo: non sono certo le premesse ideali per "metter su famiglia".


Cosa se ne fa, Diabolik, di tutti i bottini che ruba?
In genere il Genio del Crimine smonta i gioielli, fonde oro e platino, ricicla beni attraverso ricettatori di ogni tipo: famosa tra questi la sua vecchia amica Samantha (Sete di vendetta, n. 4 del 2002). Ma di fronte a opere d’arte particolarmente pregevoli non se l’è sentita di distruggerle e allora le ha conservate per anni in un suo personalissimo museo (Il tesoro di Diabolik, il Grande Diabolik 2/2009).


Perché Diabolik continua a rubare, visto che ormai sarà ricchissimo?
Perché non è tanto il valore venale degli obiettivi a spingerlo a rubare, bensì il gusto della sfida, il piacere di superare indenne tutti i sistemi di protezione che vengono ideati per mettere i tesori al sicuro dai suoi attacchi. Inoltre, se calcolassimo nel dettaglio quanto spende Diabolik per gestire i rifugi o organizzare i colpi (e non dimentichiamo i trucchi per le fughe!) constateremmo che l’“utile netto” delle sue imprese non sempre è altissimo, come ha osservato lui stesso alla fine dell’episodio L’ultima beffa (n. 12 del 2009).


Diabolik ha famiglia?
Non si sa nulla dei suoi genitori o di altri parenti. Come raccontato nel celebre episodio DIABOLIK, CHI SEI?, il Nostro, unico sopravvissuto di un naufragio, è stato raccolto in fasce dagli uomini del criminale King, e da lui allevato su un'isola.


Perché Diabolik ha questo nome?
Diabolik ha preso il suo nome da una pantera nera che aveva incontrato da ragazzo, nella foresta dell’isola di King. Questa pantera era stata poi uccisa da King stesso, che l’aveva trasformata in trofeo… e proprio davanti a quel trofeo Diabolik ha a sua volta ucciso King.


Quanti anni ha Diabolik?
Basandosi su quanto raccontato dalle sorelle Giussani, Diabolik aveva circa 22 anni quando fuggì dall’isola di King e si recò in Oriente. Pertanto ai tempi del primo episodio, IL RE DEL TERRORE, ne aveva più o meno 25.
Convenzionalmente si calcola che Ginko ne abbia un paio di più e Eva Kant qualcuno in meno. Sta di fatto che se per loro il tempo scorresse allo stesso ritmo del nostro, i tre sarebbero oggi sulla settantina. Ma fortunatamente così non è per i nostri protagonisti: per una scelta preveggente delle storiche autrici si è stabilito che Diabolik sia nato il 29 febbraio e quindi festeggi il compleanno solo negli anni bisestili. Così lui, come tutti suoi compagni di avventura, invecchia di un solo anno per ogni quattro “ufficiali”, e da quando è arrivato a Clerville è passato poco più di un decennio.


Perché Diabolik non usa armi da fuoco?
Perché pugnali, aghetti avvelenati, gas narcotici e mani d'acciaio colpiscono con la stessa efficacia di una pistola… ma silenziosamente e con più eleganza. Tuttavia questa non è una regola inderogabile: Diabolik ha “sparato” per provocare valanghe o simulare suicidi e in un caso molto particolare ha addirittura mitragliato gli avversari.


Perché Diabolik non cambia la sua auto?
Perché ormai la Jaguar e Diabolik sono un'unica cosa, e quella macchina è diventata il quinto personaggio fisso della serie. E' impensabile vedere Diabolik a bordo di un'auto che non sia la mitica Jaguar E-Type coupé nera del 1961. E chi ritiene si tratti di un modello tecnicamente superato dimentica come il Nostro sia in grado di elaborare la propria auto nei modi più incredibili.


Le storie di Diabolik dove sono ambientate, in Italia o all'estero?
Clerville e Ghenf, le città teatro della più parte delle diabolike avventure, non esistono sull’atlante. Come aspetto ricordano vagamente Parigi e Marsiglia (in effetti, nei primi numeri avevano questa denominazione geografica) ma con estrema libertà di variazioni. Diabolik si sposta anche in altri Paesi dai nomi altrettanto immaginari, anche se talvolta facilmente identificabili con quelli che conosciamo.


Come si sono incontrati Diabolik ed Eva?
Diabolik ed Eva si sono incontrati nel mitico n. 3 del 1963: L'ARRESTO DI DIABOLIK. In questa storia il Re del Terrore tenta di rubare un famoso diamante rosa in possesso di Eva, ma quando lei lo scopre invece di ucciderla se ne innamora. In seguito, quando Diabolik viene arrestato, sarà proprio Eva a salvarlo dalla ghigliottina.